come creare un brand di successo

Come costruire un Brand di successo

Per costruire un Brand di successo devi partire da una tua unicità richiesta e voluta dal mercato.

Questo perché?

Perché se crei qualcosa di super figo che non ha mercato non creerai mai un Brand.

Sei d’accordo?

Quindi il binomio è indissolubile: unicità + prodotto o servizio richiesto e voluta dal mercato = creazione di un Brand.

Tantissime start up falliscono, infatti, perché non riescono a far decollare le vendite.

Principio: senza vendite non ci può essere azienda.

Questo vale anche per una multinazionale che decide di lanciare un prodotto o servizio nuovo.

Investe molto in pubblicità ma in seguito le vendite non decollano.

E se non decollano le vendite non può costruire un Brand di successo…anche se ha investito milioni di euro sulla Brand Awareness (ovvero riconoscibilità del brand associato ad un prodotto specifico).

Quindi se qualcuno ti dice che per costruire un Brand di successo devi lavorare sulla riconoscibilità “sparagli in fronte” (scherzo).

Ma il concetto è questo: anche se sei super riconoscibile ma non vendi, non riuscirai mai a costruire un Brand di successo, punto.

Difatti, i maggiori Brand sono stati costruiti grazie alla somma tra unicità e vendite.

E delle due, secondo te, qual è la più importante per costruire un Brand di successo? Ovviamente le vendite.

Quindi più vendite = più passa parola = più riconoscibilità = ancora più vendite = Brand = ancora più vendite = ancora più Brand.

Perciò, come si costruisce un Brand di successo?

Questi sono gli ingredienti:

  1. proporre qualcosa al mercato che sia richiesto e voluto. Ovvero ci deve essere domanda;
  2. proporre qualcosa che sia migliore di quello che già esiste. Che porterà quindi la domanda presente sul mercato a scegliere il tuo prodotto/servizio piuttosto che quello della concorrenza;
  3. vendere tanto;

Però attenzione: se azzecchi i primi due punti in sequenza ma poi non vendi siamo punto a capo, ergo: non costruirai mai un Brand di successo.

E sul terzo punto cadono anche le più grosse multinazionali, pur disponendo di budget milionari.

Inoltre, molte persone sono convinte che per costruire un Brand di successo sia necessario fare Brand Awareness… ma non è così, come ti ho dimostrato.

Principio: se vuoi costruire un Brand di successo devi vendere.

I più grandi Brand hanno consolidato la loro immagine perché hanno generato un sacco di vendite.

Ma perché quella proposta/offerta era voluta e desiderata dal mercato, e magari sono stati i primi o i secondi a realizzarla.

Quindi un Brand di successo si costruisce proprio così, ovvero attraverso una unicità desiderata e voluta dal mercato e incorporata con tante vendite.

Perché se non sei in grado di generare vendite non riuscirai mai a costruire il tuo Brand di successo.

Ricordati, quindi, che il concetto di Brand sia a livello locale, nazionale che internazionale è legato strettamente alle vendite (non finirò mai di ripeterlo).

Ma se non riesci a vendere il tuo prodotto o servizio, come si fa a costruire un Brand di successo?

Se, ad esempio, mi dici: “Giuliano ho inventato un paio di scarpe per andare sulla Luna. Quindi ho creato un prodotto fantastico che non esiste. E in aggiunta non ho concorrenti”

Attenzione:

Se non hai concorrenti potrebbe essere un problema, perché magari quel prodotto o servizio non lo vuole nessuno…

…oppure perché all’interno della tua curva di Gauss sei al livello iniziale, quindi non c’è nessuno in quel mercato.

E quando qualcuno viene da me e mi dice che non ha concorrenti mi preoccupo, perché se non hai concorrenti vuol dire che quel mercato è in fase super iniziale e quindi la domanda devi crearla.

Ma ti rendi conto cosa significa “creare la domanda?

Non è così semplice.

A meno che non inizi a lavorare su un bisogno o su un problema latente inespresso che è già dentro la testa del potenziale cliente.

Allora potremmo parlarne.

Quindi mi raccomando: se non hai competitor devi stare molto attento, perché se in quel mercato non è ancora arrivato nessuno probabilmente è perché non esiste.

Ma torniamo a noi…

Se mi dici: “Giuliano ho creato un prodotto fantastico, ovvero delle scarpe per andare sulla Luna. Non ho concorrenti, quindi il mercato è vergine”.

In realtà non c’è un mercato, perché intanto non esiste nessuna navicella o astronave che svolge un servizio pubblico di trasporto delle persone dalla Terra sulla Luna…

…e anche se ci fosse il ticket potrebbe costare parecchi soldi.

Quindi potrebbe esserci anche un mercato ma potresti vendere solo alle persone ricche.

Perciò, più il tuo mercato è espanso a livello di concorrenza (lo so che potrebbe sembrare un controsenso quello che ti sto per dire) meglio è.

Perché tutti i competitor presenti nel tuo mercato, appartenenti al tuo stesso settore, se iniziano a realizzare campagne pubblicitarie, sai cosa succede?

Succede che danno spinta e visibilità al loro settore e quindi anche al tuo.

Di conseguenza, se tu e i tuoi concorrenti iniziate a fare pubblicità, la domanda verso quel settore aumenta, il settore cresce e quindi ne beneficiano tutti.

Tornando invece al discorso della creazione della domanda: perché tante start up, ad esempio, falliscono?

Perché sono convinte di aver scoperto un prodotto super innovativo, di avere unicità e che quindi faranno molte vendite.

Ma se i tuoi potenziali clienti non sono consapevoli di avere quel problema o di volere quella soluzione, quel prodotto o servizio non lo venderai mai.

Ogni giorno, a livello mondiale, vengono creati tantissimi prodotti e servizi… ma un conto è creare e un conto è fare business.

Quindi ricordati: se vuoi creare un prodotto o servizio devi accertarti che ci sia un mercato, perché altrimenti stai creando cose per te stesso.

Tante start up, ad esempio, creano prodotti o servizi, all’apparenza molto interessanti e funzionali, ma magari è una percezione solo dei fondatori.

E spesso molte persone contattano me, Giuliano De Danieli o la mia agenzia, “Prima Posizione”, per propormi idee fantastiche e incredibili (sulla carta) ma senza domanda.

Ergo: idee che non hanno ne capo ne coda.

Quindi, per concludere, se vuoi costruire un Brand di successo devi vendere e continuare a vendere sempre e di più dei tuoi competitor.

Ma se desideri approfondire l’argomento, partecipa alla prossima edizione della Sales Mastery University.

Nel frattempo, leggi anche gli altri articoli del mio blog se vuoi scoprire tutti i segreti della vendita, ottenuti grazie alla mia esperienza ventennale sul campo di battaglia.

Della serie: “non solo teoria”.

E visita la pagina del mio libro “vincere nel web”.

Ciao, da Giuliano De Danieli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su
Open chat