Chi è Dr Giuliano De Danieli

Scopri come vendere di più

Chi è Dr Giuliano De Danieli

Ciao, sono Giuliano De Danieli, imprenditore e venditore. Dopo essermi laureato in Economia a 24 anni ho iniziato a lavorare sul web e a studiare vendite, marketing e web marketing.

Come diventare un venditore di successo?

“L’impossibile diventa possibile nel momento in cui pensi sia possibile”.

Ricordati sempre di agire piuttosto che farti troppe domande. L’azione fa la differenza fra chi ha successo e chi non lo ha. E fino a quando non agisci non capirai mai cosa funziona e cosa non funziona

 

Attenzione: l’incredibile storia di un formatore di Padova che ha iniziato a vendere in fiera a otto anni ed è diventato il numero 1 in Italia, con oltre 23.000 ore di trattativa one-to-one sul campo, rivela…

IL VENDITORE BAMBINO

La semplice codifica, fase-per-fase, di tutto ciò che si deve fare e NON fare durante una trattativa, per permettere a qualsiasi venditore, ANCHE SENZA ESPERIENZA, di arrivare a chiudere fino a 9 trattative su 10, nel suo nuovo libro: “Il Venditore Bambino”.

Come diventare un venditore di successo

“L’impossibile diventa possibile nel momento in cui pensi sia possibile”.

Ricordati sempre di agire piuttosto che farti troppe domande. L’azione fa la differenza fra chi ha successo e chi non lo ha. E fino a quando non agisci non capirai mai cosa funziona e cosa non funziona.Perciò, non farti troppe domande e cerca di agire. In seguito correggi il tiro.

L’idea di creare Prima Posizione nasce da un’altra operazione imprenditoriale che non andò, tuttavia, a buon fine.

Nel 2005 creai un portale di prenotazioni online, www.flashbooking.com, oggi gestito da www.hostelsclub.com. Investii molto in quel progetto, ma alla fine decisi di cederlo a Hostelsclub, un portale di prenotazioni online di ostelli, alberghi e B&b che avevo avviato nel 2002.

Ricordo come se fosse ieri gli incontri a Venezia con il suo fondatore Andrea Meanna, il quale nel 2002 mi affidò l’incarico di sviluppare un portale di prenotazioni online. All’epoca esistevano già diversi colossi, ma Andrea era convinto di potercela fare e così fu.

Dopo qualche anno riuscimmo a fatturare 1,3 milioni di euro (oggi il giro d’affari supera le 7 cifre). Credo che se non mi fossi buttato nel business delle prenotazioni online probabilmente oggi Prima Posizione non esisterebbe.

Perché? Perché non avrei compreso l’importanza fondamentale della visibilità sui motori di ricerca.

È fondamentale seguire il proprio istinto. Anche se commettiamo errori non bisogna essere troppo severi con se stessi, perché sbagliare ti aiuta a migliorare costantemente. Ho imparato più dai miei insuccessi che dai successi. Bisogna quindi imparare in fretta e non ripetere più gli stessi errori.

Durante questi 20 anni di vita imprenditoriale ho capito che bisogna ragionare “out of the box” (fuori dagli schemi), perché se affronti problemi allo stesso modo non otterrai soluzioni diverse.

Vuoi diventare un venditore di successo?
Scopri la “Sales Mastery University“.

Vuoi vendere di più? Portati subito a casa i segreti dei miei 20 anni di vendita sul campo. Niente chiacchiere, solo consigli concreti per massimizzare i tuoi risultati

Strategie concrete – Zero chiacchiere

Credo fermamente che il miglior modo per crescere come imprenditore sia formarsi. Proprio per questo, ho assistito a decine e decine di corsi nella mia vita. Per definire come diventare un venditore di successo, i “grandi” formatori vendita del panorama italiano hanno sempre diffuso 4 falsi miti: 

 

1. Per vendere di più devi creare un Brand affermato – Falso 

Questa affermazione, su cui molti formatori basano i loro percorsi, è totalmente errata. Casomai si può affermare il contrario: senza vendite non c’è e non ci potrà mai essere un Brand forte. Ci vogliono anni e investimenti consistenti per creare un Brand forte che porta le persone ad acquistare in maniera semi-automatica. Questo, per quanto a livello teorico possa essere corretto, è difficilmente applicabile nel breve-medio periodo. Chi crede a questa favoletta e mette le vendite in secondo piano per far spazio a questo “esercizio di stile” consigliato dai grandi guru, rischia di vedere fallire la sua impresa. Se vuoi prosperare e massimizzare i risultati devi iniziare a vendere da subito.

 

2. La vendita cambia a seconda del prodotto o della nazionalità dei clienti – Falso

Certo, esistono delle differenze tra prodotti e processi di vendita ma non esiste una vera differenza nella modalità di vendita. Le vendite rispettano un processo che può essere applicato nello stesso modo a qualsiasi settore. Lo stesso discorso si può fare per demolire la falsa credenza che la vendita cambia in funzione alla nazionalità o al retaggio culturale del cliente, anche questo è falso e nonostante le ovvie differenze culturali le persone, in tutto il mondo, prendono decisioni allo stesso modo. Capire quali sono le leve decisionali dei clienti ti permette di chiudere le trattative. Conoscere la cultura e la mentalità può aiutare, ma non è un fattore determinante per il successo della vendita.

3. Per vendere devi lavorare sugli spazi lasciati liberi dai concorrenti – Falso 

L’idea che l’unico modo di prosperare sia approfittare dei vuoti di mercato lasciati dai concorrenti non ha senso di esistere. Un’azienda, magari aperta da vent’anni, non deve modificare il proprio prodotto o la propria offerta in virtù di ciò che permette la concorrenza. Un’azienda può e deve dettare le regole, deve superare i suoi concorrenti con: 

  • Promesse più importanti
  • Garanzie più interessanti per i clienti Innovazione e ricerca per migliorare i prodotti
  • Performance più alte per prodotti e servizi
  • Assistenza al cliente di maggior qualità Miglior delivery

4. L’imprenditore deve occuparsi del marketing in prima persona – Falso 

Un imprenditore non può fisicamente occuparsi del marketing. Il marketing è un’attività che richiede un grande investimento di tempo, formazione costante e una moltitudine di competenze. Per questo esistono aziende che si occupano solo di marketing, perchè è un lavoro. L’unico motivo per cui un imprenditore dovrebbe capire il marketing è per poter valutare la qualità del lavoro dell’agenzia a cui delega la gestione del proprio marketing. Un imprenditore deve pensare a fare l’imprenditore, a gestire l’azienda e i dipendenti, deve formarsi quanto basta per poter valutare l’efficacia delle strategie proposte e affidarsi a partner competenti.

C’è una cosa da capire e che conta davvero: quali concetti sono reali, pratici e testati sul campo e quali invece sono semplici promesse e leve di marketing per vendere corsi di formazione. Ma oltre alle promesse per attirare poveri imprenditori fiduciosi, una cosa mi ha sempre deluso: dopo aver pagato migliaia di euro, tornavo a casa solo con degli spunti, interessantissimi certo, ma solo spunti. Non esisteva un corso di vendita pratico, concreto, che mi permettesse di avere risultati da subito. Per questo, ho raccolto le regole, le strategie e le tecniche che mi hanno permesso, in tutti questi anni, di portare le mie aziende al successo.

Sono certo dell’efficacia di ciò che insegno perché sono competenze che ho tramandato ai ragazzi che si occupano di vendere per le mie aziende, portandoli ad avere risultati sorprendenti.

Se sei alla ricerca di informazioni e strumenti pratici che ti permettono di incrementare le tue vendite… Benvenuto, sei nel posto giusto.

Torna su
Open chat