studiare e fare

Studiare e fare: il sottile equilibrio da non oltrepassare

Ciao, qui Giuliano De Danieli dagli uffici di Prima Posizione.   Oggi ti parlerò del “Sottile equilibrio da non oltrepassare tra studiare e fare per ottenere miglioramenti continui nella vendita e non solo”.

Devi sapere che ho impiegato diversi anni per capire questo concetto del “studiare e fare”, e ti posso assicurare che è fondamentale per continuare a crescere con le proprie abilità in modo costante (sia nella vendita ma anche in altri ambiti della vita).

È chiaro che per migliorare in un ambito, come ad esempio la vendita, cosa bisogna fare?

Bisogna prima studiare la materia e poi applicarla.

Ma qual è il sottile equilibrio che devi mantenere tra studiare e fare?

Devi prendere una porzione di argomenti che hai studiato, imparato ed ascoltato, e in seguito passare all’applicazione pratica.

E finché non padroneggi quel tema evita di continuare a studiare.

Perché mentre studi un concetto, anziché metterlo in pratica, ne studi subito un altro.

Quindi cosa succede?

Succede che il tuo cervello diventa un hard disk e inizia ad accumulare un sacco di informazioni…

…portandoti ad avvertire un senso di paralisi.

Ti senti, quindi, paralizzato e dici: “cavolo, non so più cosa fare. Non so da dove partire. Non so cosa devo fare prima e dopo”.

Quindi questo senso di paralisi è dovuto dal fatto che hai troppe informazioni all’interno della testa.

E quando questo accade non si sa più cosa fare.

Infatti è statisticamente dimostrato che le persone che studiano di meno e applicano di più sono quelle che ottengono più risultati.

In Italia, ad esempio, è pieno di imprenditori milionari (se non miliardari) con la quinta elementare.

Per non parlare degli Stati Uniti…

Negli Stati Uniti e pieno di miliardari che hanno fatto solo il liceo. Poi magari hanno iniziato l’Università ma si sono fermati.

Questo Perché?

Perché ad un certo punto hanno detto: “ok, basta studiare e iniziamo a fare”.

Ma allo stesso tempo, magari, ci sono persone che hanno 6/7 lauree e lavorano per imprenditori con la quinta elementare, i quali magari hanno sotto di loro centinaia di ingegneri o architetti stipendiati (quindi gente che magari ha studiato 5/10 anni).

Perciò fai attenzione a non oltrepassare questo sottile equilibrio tra lo studiare e il fare.

Ed è per questo che nei miei video o articoli ti consiglio subito di prendere tutto quello che hai studiato e di applicarlo. Perché l’applicazione pratica è fondamentale.

Ma gli imprenditori o i venditori, invece, cosa fanno?

Vanno, di solito, alla ricerca del Sacro Graal, ovvero quella cosa che gli fa risparmiare tempo e ottenere risultati.

Ma in realtà non è così, perché bisogna studiare e fare.

Io ho più di 14.000 ore sul campo di pratica sulla vendita, e nonostante ciò continuò a studiare marketing, vendite e web marketing, le tre aree per le quali ogni giorno mi prendo del tempo per studiarle.

Ma non mi limito a studiare, perché ogni giorno sono sul campo a praticare.

E guai se non praticassi, cioè guai se facessi solo il teorico, perché non riuscirei a fare tutti i video o articoli pratici che realizzo ogni giorno per te e che ti danno il succo e l’essenza delle cose da applicare.

Quindi non devi far altro che prendere quello che ti racconto ed applicarlo giorno per giorno con un minimo di fiducia.

Perciò il sottile equilibrio è questo: studia ed applica. Perché se continui solo a studiare  oltrepassi il sottile equilibrio, ti sentirai paralizzato e non saprai più da dove cominciare.

E se ti senti in quello stato fai qualche step più indietro, inizi a studiare un argomento e in seguito lo applichi.

Quindi mi raccomando: l’applicazione vale più dello studio.

E come diceva Roosevelt: “fai ciò che puoi con ciò che hai”, ovvero non è importante ciò che sai ma è importante ciò che fai con ciò che sai.

Ad esempio, un architetto ottiene fama internazionale non dopo aver finito l’Università ma quando inizia a fare, ci mette del suo sul fare e inizia a realizzare dei progetti importanti che magari altri suoi colleghi non hanno mai fatto.

Quindi diventi qualcuno quando crei un qualcosa e lo fai meglio degli altri.

Bene, con questo è tutto.

Ricorda di prendere i singoli concetti e cerca di applicarli.

E mi raccomando:  sii umile. Quindi riprendi tutto quello che hai studiato e mettilo in pratica.

Anch’io, anche se ho 14.000 ore sul campo, continua a studiare, ad applicare e non do nulla per scontato.

Perché?

Perché la perfezione in realtà non si raggiunge mai.

Ma se avessi domande o dubbi, contattami all’indirizzo email assistenza@giulianodedanieli.it o al numero 049 8170440.

Nel frattempo iscriviti al mio canale YouTube e alla mia pagina Facebook.

Per il momento è tutto, e ricordati di applicare.

Ciao, da Giuliano De Danieli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su
Open chat